LIEVITATI DOLCI

TORTA ANGELICA

Torta angelica delle sorelle Simili dal blog  Anice e Cannella

con crema ed uvetta e decoro di glassa allo zucchero bianco.

La torta angelica è una soffice e gustosa treccia dall’aspetto davvero scenografico. Si tratta della famosa ricetta delle Sorelle Simili leggermente rivisitata: il dolce originale infatti prevede l’utilizzo di uvetta e arancia candita ,ma si possono sostituire con gocce di cioccolato La torta angelica prevede una preparazione piuttosto complessa e almeno un pomeriggio di lavoro, ma il risultato lascerà tutti letteralmente a bocca aperta!

INGREDIENTI PER IL LIEVITINO:

135 gr Farina manitoba,

13 g Lievito di birra

75 gr di acqua

1 cucchiaino di malto d’orzo (o zucchero)

INGRDIENTI PER L ‘IMPASTO:

400 gr Farina manitoba,

75 gr di latte

Zucchero

120 gr Latte tiepido,

5 gr Sale

120 gr Burro

3 tuorli di uova medie

Cioccolato fondente in gocce, 100 gr

PER LA GLASSA:

Uova

1 albume

150 gr Zucchero a velo

 

PER SPENNELLARE

50 gr Burro fuso,

 

 

Preparazione

 

Per realizzare la torta angelica iniziate col preparare il lievitino: mettete in una ciotola l’acqua tiepida, scioglieteci dentro un cucchiaino di malto o zucchero (facoltativo) e aggiungete il lievito di birra sbriciolato

Mescolate per sciogliere bene gli ingredienti e poi uniteli alla farina e impastate fino ad ottenere un composto liscio che ridurrete in una palla Mettete l’impasto in una ciotola, coprite con della pellicola e poi lasciate lievitare per mezz’ora in un luogo tiepido e privo di correnti d’aria ( dovrà raddoppiare il suo volume).

 

Nel frattempo preparate l’impasto: tagliate il burro a cubetti e lasciatelo ammorbidire a temperatura ambiente, versate nel latte lo zucchero e poi i tuorli, sbattendolo con una frusta per romperli , il sale e unite il tutto alla farina quindi impastate. Aggiungete il burro e lavorate l’impasto almeno 10 minuti fino a che risulterà ben elastico e si staccherà dalle pareti della ciotola.

 

Quando il lievitino sarà pronto, unitelo all’impasto ottenuto  e quindi amalgamateli assieme in modo omogeneo; date al composto la forma di palla e adagiatelo in una ciotola imburrata, quindi lasciatelo lievitare per almeno due ore fino a che il suo volume sarà duplicato

 

Trascorso il tempo necessario, versate l’impasto su di una spianatoia infarinata e, senza lavorarlo, stendetelo con un mattarello fino a formare un rettangolo dello spessore di 2-3 mm; spennellate la sfoglia ottenuta con il burro fuso), cospargetela con le gocce di cioccolato fondente) (la versione originale prevede 75 gr di uva sultanina mista a 75 gr di scorza di arancia candita) quindi arrotolatela su lato più lungo lasciando la chiusura sul fondo

Tagliate il rotolo a metà con un coltello dalla lama sottile e infarinata quindi separate le due parti e intrecciatele avendo cura di tenere la parte tagliata verso l’alto in modo che si intravedano le sezioni e il suo ripieno

Formate con la treccia una ciambella che porrete in una teglia foderata con carta forno,

Spennellatela con il burro fuso  e lasciatela lievitare 30-40 minuti in un luogo tiepido in modo che raddoppi il suo volume. Cuocete in forno a 180-200° per circa 25 minuti e a metà cottura controllate che la ciambella non sia troppo scura in superficie, altrimenti copritela con della stagnola e continuate la cottura. Nel frattempo preparate la glassa, sbattendo con una forchetta un albume con 150 gr di zucchero a velo . Non appena avrete ottenuto una glassa densa, versatela sulla torta angelica appena sfornata 

Annunci
Standard
LIEVITATI DOLCI

NASTRINE

INGREDIENTI:

220 gr.di manitoba

250 farina 00

250 latte

80 gr zucchero

60 gr.di burro morbido

10 gr ldb

1 cucchiaino raso di sciroppo di malto

3 tuorli medi

100 gr di arancia candita tritata finemente (trita verdure)

zeste di un ‘arancia

8 gr di sale

 

PER LA FARCIA

120 burro morbido

120 zucchero di canna

 

fare il lievitino con

100gr.delle farine miscelate

100 gr.di latte

10gr di ldb e

il cucchiaino raso di malto

far lievitare per 40 minuti

 Mettere nel rimanente latte l’arancia triturate e le zeste dell’arancia fresca

Al raddoppio dare una mescolata delicatamente e cominciare ad aggiungere

Gradatamente farina e latte poi i tuorli ad uno ad uno con un terzo dello zucchero su di ogni tuorlo fino al completo assorbimento.

A questo punto inserire i pezzetti di burro temperatura ambiente ed inserire i successivi dopo l’assorbimento del precedente ,con l’ultimo burro inserire il sale fino a completa incordatura.

Dopo 10 minuti fare la prova del velo.

L’impasto è morbido,ma sodo ,stendendolo non è elastico ,ma  molto maneggevole.

Fare riposare coperto con pellicola in frigo almeno 3 ore (io 7 per tempi d’ufficio”)

Tirato fuori dal frigo dividere in 2 panetti e stendere formando dei rettangoli regolari che cercheremo di pareggiare ai lati .Spalmiamo la farcia di burro e zucchero con una spatolina su circa 8 cm dal lato corto e giriamo questa parte su se stessa e di nuovo spalmiamo sempre sul lato che arrotoliamo fino a fare almeno cinque pieghe compresa la chiusura che ovviamente non spalmiamo….

Pressiamo leggermente con mattarello in tutte le direzioni e mettiamo in frigo per un oretta o più a seconda il tempo a disposizione il panetto cosi’ il burro si ricompatta.

Tirato fuori dal frigo tagliamo fette di circa cm1 1/5 le poggiamo distese da vedere i giri ed appiattiamo delicatamente la fetta col mattarello e la giriamo nel mezzo premendo il centro in modo che non si apra e delicatamente col mattarello passiamo sopra.

Sistemare man mano nella leccarda con carta forno,

Facciamo riposare in frigo mezz’oretta in modo che in burro si rassodi nuovamente,poi lasciamo a lievitare un paio d’ore a temperatura ambiente. Inforniamo a 180 ° forno caldo per circa 12/13 min.ma regolatevi che siano ben dorate niente di più, usciamo spennelliamo con l’albume battuto e zucchero di canna per la crosticina lucida e croccantina, rimettiamo in forno pochissimo tempo solo in modo da ottenere il lucido e facciamo raffreddare.

Standard
LIEVITATI DOLCI, LIEVITATI SALATI

FIORE DI BRIOCHE ALLA NUTELLA

Qui parliamo di golosità allo stato puro…una morbida brioche intrecciata alla nutella in una fusione dal gusto veramente accattivante,una corsa all’ultimo petalo…volete provarci?qui la ricetta con tutti i dettagli ed aspetto i vostri commenti!

INGREDIENTI:

250 gr.di manitoba 0

250 gr. di farina 00

100 gr zucchero

80 g strutto o burro( io faccio metà e metà)

2 uova

8 gr sale

150 di latte intero

60 gr di acqua

15g lievito di birra

1/2 (mezzo)cucchiaino di malto o di miele o di zucchero

Aromi a piacere (io limone e vaniglia)

PROCEDIMENTO:

 

Sciogliere il LdB nei 60 gr di acqua a temperatura ambiente con il 1/2 cucchiaino di malto e lasciare qualche minuto mentre disponiamo i nostri ingredienti sulla spianatoia e cominciare ad impastare.

Quando è tutto briciole uniamo l’acqua attivata con il lievito e lavoriamo fino ad ottenere un impasto morbido e liscio.

Porre l’impasto in una ciotola con pellicola trasparente che sigilla e mettere in luogo riparato e all’interno del forno SPENTO con la sola lucina accesa.

Procedimento con planetaria:

Sciogliere il LdB nei 60 gr di acqua a temperatura ambiente con il 1/2 cucchiaino di malto e lasciare qualche minuto mentre pesiamo  i nostri ingredienti.

Inseriamo nel boccale le farine setacciate e a velocità 1 versiamo a filo il latte dove avremo grattugiato la buccia di un limone o arancia o solo vanillina o l’uno e l’altro,e quando sarà tutto briciole inseriamo l’acqua in cui abbiamo sciolto il lievito e facciamo andare la foglia a velocità 1.

Aggiungiamo poi un uovo con la metà dello zucchero ed incordiamo e successivamente l’altro uovo con il restante zucchero ed incordiamo.

Quando tutto l’impasto sarà aggrappato alla foglia e ben incordato facciamo andare per almeno 10 minuti prima di cominciare ad inserire il furor a piccoli pezzi,inserendoli man mano che viene assorbito il precedente.Con l’ultimo pezzetto di burro inseriamo il sale ed incordiamo facendo lavorare la planaria per altri 10 minuti.

Prendiamo l’impasto e mettiamolo in una ciotola con pellicola trasparente a sigillare e lasciamo a temperatura ambiente fino al raddoppio.

Quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume dividere il panetto in 4 parti uguali e stendere il primo disco usando come circonferenza un piatto piano lasciando un altro centimetro al bordo.

Mettere questo disco su carta forno direttamente nella teglia e spalmare con nutella.

Per far sì che la nutella non si secchi durante la cottura mettere nel barattolo che si consumerà tutto un cucchiaio da cucina di olio di semi di girasole e mischiare bene dopo di che spalmare sul disco lasciando un cm di margine.

Continuare a stendere con uguale misura e coprire ,ovviamente il 4 strato NON metteremo nutella.

Tagliato questo tondo in quattro con un coltello bene affillato e senza seghetto per non rovinare il taglio,tagliamo poi ulteriormente questi quarti in 4 e quando avremo 16 spicchi di uguale misura ,come foto, prendiamo triangolino li solleviamo leggermente e li giriamo arrotolandoli vesso l’esterno ,come foto, e ricongiungiamo i lembi che attacchiamo e rigiramo verso il basso comprimendo leggermente in modo che non fuoriesca la nutella.

Dopo aver rigirato tutti i triangoli ed ottenuto la nostra FORMATURA spennelliamo con latte e inforniamo a 200° per circa 30 minuti nel frattempo in casa vostra si spargerà un profumo incredibile,lasciate intiepidire ed anche oggi il dolce è pronto!

Piccoli suggerimenti:

Come la maggior parte di voi saprà, la quantità di lievito determina la lievitazione del nostro impasto,nella ricetta sopra io inserisco 15 gr su 500 gr di farina e mi sembra un peso equo per una lievitazione abbastanza veloce ,in circa due ore avremo il panetto pronto,ma se non si ha particolare fretta si può gestire l’impasto mettendo meno lievito allungando così le ore di lievitazione,cosa che consiglio vivamente ed il vostro stomaco ringrazierà.

Se invece avete una fretta eccessiva potete inserire fino a 25 gr di  lievito ed il panetto sarà pronto in un’ora ,la brioche risulterà meno digeribile non meno buona,ma cercate di limitare al massimo l’uso di troppo L.d B.

20140915_14551820140915_194021

Standard
LIEVITATI DOLCI

DONUT AL CACAO

INGREDIENTI:

200 g di farina Manitoba
200 g di farina 00
2 cucchiai di acqua tiepida
160 ml di latte intero
60- 70 g di zucchero semolato
1 uovo
1 tuorlo
60 g di burro
12 g di lievito di birra
20-30 g di cacao amaro
1 cucchiaino di sale
2-3 gocce di estratto di vaniglia
+ Olio di semi di arachide per friggere

INGREDIENTI PER LA COPERTURA:

Cioccolato fondente 100- 150 g
una noce di burro

PREPARAZIONE:

Se invece preferite preparare una glassa al cioccolato come copertura
150 g di zucchero a velo
2 cucchiai di latte
1 cucchiaio colmo di cacao amaro
PROCEDIMENTO:
Inserire nel bimby il latte ed il lievito 30 se. a 37°
unire le farine,la vaniglia,le uova lo zucchero,vel spiga 4 minuti;
unire il cacao 2 minuti bel.spiga;
unire infine a tocchetti il burro incorporando il pezzetto successivo dopo che il precedente si è ben inserito.
Dopo aver ultimato il burro inserire il sale impastare a vel.spiga 2 minuti ,mettere l’impasto su una spianatoia con un velo di farina,diamo una forma tondeggiante e riponiamo in una ciotola con pellicola trasparente che sigilla.Quando avrà raddoppiato il volume stendere l’impasto sgonfiandolo un poco e fare dei cerchi col coppapasta apposito o con una tazza e poi un buco al centro.
Man mano che coppiamo poniamo la ciambella su carta forno che poi ritaglieremo intorno a rettangolo in modo da non dover più maneggiare l’impasto rovinando la forma e la lievitazione.Fare lievitare almeno 40 minuti e friggere in olio bollente in una padella alta in modo che le ciambelle si coprano d’olio,pochi minuti e mettiamo su carta assorbente.
Appenna fredde mettere la glassa (io in verità ho usato quella pronta che si scioglie in un pentolino )ed ho poi immerso delicatamente le ciambelline…me le toglievano dalle mani!
E’ possibile fare l’impasto la mattina ,fare lievitare o come si suol dire puntare l’impasto 20 minuti e mettere in frigo ,il primo pomeriggio uscire l’impasto farlo acclimatare cioè si riporta a Temperatura ambiente si fa lievitare una mezz’ora circa dalla TA e poi si procede come sopra,io oggi ho fatto proprio così…buon lavoro!

10710642_1497711393831405_8240104848424066214_n 10703712_1497711493831395_720611540138182653_n

Standard